mercoledì 11 dicembre 2013

Jimmy Connors, l'eroe di New York

US Open 1991 - Jimmy Connors
Agli US Open '91 the hero Connors raggiunse la semifinale a 39 anni. In quell’epica cavalcata fu capace di ribattere 4 smash consecutivi a Paul Haarhuis.

di Luca Ferrari, ferrariluca@hotmail.it
giornalista/fotoreporter – web writer

Chi ha visto non può dimenticare. Il tennista americano Jimmy Connors è stato uno dei grandi immortali della racchetta. Numero 1 del mondo, ha sfidato nei loro periodi d’oro Bjorn Borg e John McEnroe.

Mancino, rovescio bimane, serve & volley, personalità e carisma. Questo in sintesi il tennis di Jimmy Connors.

Detiene il record di tornei ATP vinti, 109, otto dei quali prove del Grande Slam: 1 Australian Open (1974), 2 Wimbledon (1974, 1982) e 5 US Open (1974, ’76, ’78 e 1982-83). Nel suo palmares stazionano fieri anche i successi al Masters (1977, finale contro Borg) e in Coppa Davis, in cui trionfò nel 1981.

Gli mancò solo il Roland Garros. Come lui, altri grandi attaccanti fallirono solo l’appuntamento con la "Coppa dei Moschettieri": i connazionali John McEnroe e Pete Sampras, il tedesco Boris Becker, lo svedese Stefan Edberg e di recente, ha centrato tutti fuorché il Roland Garros anche l’attuale n. 2 del mondo, il serbo Novak Djokovic.

Connors giocò 4 semifinali sulla terra di Francia nei bienni ‘79-80 e ’84-85. Nella prima occasione cedette in 4 set al paraguaiano Victor Pecci (57 46 75 36). L’anno successivo s’inchinò al connazionale Vitas Gerulaitis 16 63 76 26 46.  Nel 1984 e nell’85 perse nettamente in tre set contro i due storici rivali McEnroe (57 16 26) e Ivan Lendl (26 36 16).

Jimmy Connors
Curiosità. Chiamatela la maledizione di Connors. Tutti coloro che sconfissero Jimbo in semifinale al Roland Garros, poi persero la finale.

Gli anni intanto passano e nel 1989 vince gli ultimi due tornei, a Tolosa e Tel Aviv. Poi si avvia verso la fine della carriera. Agli US Open del 1991 si presenta nel tabellone principale grazie a una Wild Card e dall’altra parte della rete al 1° turno c’è il fratello di Mac, Patrick McEnroe. Non c’è storia. Il giovane yankee colpisce e va facilmente 2 set a 0.

Inizia la favola. Connors risorge, lo raggiunge (64 62) e chiude al quinto 64. Il pubblico di Flushing Meadow è in visibilio, ma questo non è che l’inizio della favola.

Sotto i colpi mancini di Jimbo cadono l’olandese Michiel Schapers (62 63 62) e la testa di serie n. 10, il ceco Karel Novacek (61 64 63). Agli ottavi di finale un cliente davvero ostico, il connazionale Aaron Krickstein. La sfida è infinita e Connors è da leggenda. Vince recuperando due set a uno: 36 76 16 63 76.

Ai quarti di finale un altro tennista “orange”, Paul Haarhuis. Il pubblico ovviamente è tutto per il vecchio leone. Sotto di un set e di un break, Connors ha la palla del controbreak. Paul batte potente esterno. Jimbo risponde di diritto. L’olandese attacca col rovescio bimane in lungolinea e l’avversario si difende con un pallonetto a una mano.

Connors esplode...
Haarhuis schiaccia incrociato ma Connors è ancora lì e alza ancora, sempre col rovescio a una mano. Paul guadagna qualche metro rispetto al primo smash ma tira sempre nella stessa posizione e Jimbo si difende come sopra.

A questo punto la palla si sposta. Paul indietreggia e calibra questa volta dalla parte destra. Con una corsa a perdifiato Connors colpisce di diritto. Sempre pallonetto ma più profondo.

Haarhuis allora indietreggia oltre la metà campo e tira un 4° smash molto più soft e sempre a destra. Jimbo è lì, e prova a passarlo con un diritto incrociato. L'olandese si allunga con una volee di rovescio e a quel punto come un rapace Jimmy Connors, in trance agonistica, spara in corsa un imprendibile (e leggendario) passante di rovescio lungolinea.

È l’apoteosi. Il pubblico del “prato splendente” newyorkese esplode. Connors esulta come un assatanato davanti alla platea incitandola e incitando se stesso. Il povero Haarhuis è tramortito. Connors vincerà il match 46 76 64 62, raggiungendo così all’età di 39 anni la semifinale degli US Open.

US Open 1991 - QF - Paul Haarhuis vs. Jimmy Connors

US Open 1991 - Haarhuis tira uno dei quattro smash consecutivi contro Connors
US Open 1991 - Jimmy Connors esplode davanti al pubblico

Nessun commento:

Posta un commento