giovedì 6 dicembre 2012

Applausi, di grandi racchette attorno a te... gioca ancora

La Grande Sfida 2012, l'ingresso di Roberta Vinci plaudita da Lea Pericoli © Luca Ferrari
Il pubblico stipato. L'attesa. Il momento. Il primo colpo, poi un altro. E ancora. Si, ci saranno anche abituate le quattro tenniste protagoniste della Grande Sfida che sabato 1 dicembre hanno conquistato il Mediolanum Forum di Assago (Mi), ma se gli spettatori erano in febbrile attesa, chissà loro. Regine per una volta senza la necessità di dover vincere. Una partita (esibizione) di tennis senza eccessiva tensione. Dopo una serie di palleggi e gli ultimi flash per il celebre stilista Giorgio Armani in prima fila, eccole fare il loro ingresso salutato da urla di giubilo. Prima ad entrare, la numero 1 del mondo di doppio, la tarantina Roberta Vinci, seguita dalla regina di Parigi 2008, Ana Ivanovic. È stato poi il turno dell'altra italiana, la bolognese Sara Errani che quest’anno ha raggiunto la 6° posizione mondiale in singolare (e la prima come coppia proprio con la Vinci), e infine lei. Maria Sharapova, un’atleta capace a soli 25 anni di aver già scritto il proprio nome sull’albo dei vincitori di tute e quattro le prove del Grande Slam, partendo dall’erba di Wimbledon, nel 2004. È stata poi la volta degli US Open (2006), l’Australian Open (2008) e quest’anno il Roland Garros.

La Grande Sfida 2012, Giorgio Armani (di spalle) attorniato dalla stampa © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, il pubblico attende © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, il pubblico attende © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, i giudici di linea © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, l'ingresso di Ana Ivanovic © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, l'ingresso di Sara Errani © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, l'ingresso di Maria Sharapova © Luca Ferrari
La Grande Sfida 2012, gl'inni nazionali © Luca Ferrari

Nessun commento:

Posta un commento