sabato 24 novembre 2012

Palabigi, nel nome del Tennis e di Charino Cimurri

Reggio Emilia, Palabigi 1984  (da sx): Giorgio Cimurri, Bjorn Borg, Claudio Panatta, Charino Cimurri
Un tuffo nel passato, ai magici anni ‘80. Il grande tennis torna a Reggio e lo fa nella sua cornice più suggestiva, quel PalaBigi che nel 1984 davanti a 4.000 spettatori ospitò i “maestri” della racchetta Bjorn Borg e John McEnroe, nelle kermesse volute dall’indimenticato Chiarino Cimurri. Oggi come allora il filo conduttore è la famiglia Cimurri, con il fratello Giorgio che ha subito colto al balzo l’idea della Federazione Italiana di creare Il Tennis per l’Emilia per aiutare i terremotati. A ricordarci come si respirasse il tennis a quei tempi è stato il campione e attuale capitano di Davis e Fed Cup Corrado Barazzutti, uno che quelle esibizioni le giocò da protagonista: “Negli anni ’80 Reggio era un punto di riferimento per il tennis italiano e Chiarino Cimurri si dava un gran da fare per promuovere il movimento. Dirigenti appassionati come lui sono i motori e quando mancano che tutto si rallenta. Questa iniziativa ci riporta a quei fasti”.
Giorgio Cimurri ricorda così quel 26 gennaio 1984: “Fu fantastico, la gente impazziva e Borg si dimostrò molto disponibile. Lo portammo in un caseificio per fargli vedere come si fa il Reggiano e ne fu entusiasta. Mi firmò il manico della Donnay”. Parmigiano Reggiano che, tra l’altro, oggi come allora è tra i partner della manifestazione (insieme a Coopservice, Car Server, Enervit e Grissin Bon), esattamente come il main sponsor Banco San Geminiano e San Prospero.

“Quegli eventi erano stati un grande successo di pubblico" ha spiegato Leonello Guidetti, responsabile della direzione del Banco San Geminiano e San Prospero, "e come istituto molto legato al territorio ci è sembrato naturale aderire anche a questa nuova, bellissima iniziativa. Si tratta di un evento molto importante per Reggio, non solo per i tanti campioni ma anche per lo scopo di aiutare la ricostruzione nelle nostre zone. Reggio e Modena, tra l’altro, sono le due province dove siamo maggiormente presenti, con circa 60 sportelli a Reggio e 80 a Modena su un totale di oltre 200 in Emilia Romagna. Non è la prima volta che ci muoviamo per la solidarietà: abbiamo già elargito fondi alla Curia di Reggio e Modena e raccolto tra i nostri dipendenti e clienti la considerevole somma di oltre 800 mila euro di cui circa 500 mila già distribuiti ai Comuni più colpiti dal sisma”.

Reggio Emilia, Palabigi 1984: il grandissimo John McEnroe

Nessun commento:

Posta un commento