martedì 7 agosto 2012

Bye bye Djoko

È tornato sulla terra. E non quella battuta. Lo dicevo già a inizio stagione in tempi non sospetti. Novak Jokovic come Mats Wilander o Jim Courier. Finché il fisico regge a livelli altissimi, si è il numero 1. In caso contrario, si torna a essere un giocatore forte ma battibile. Incapace di essere sopra i più grandi. Novak non ha mai avuto alcun colpo risolutore. Nell'ultimo anno e mezzo ha vissuto un periodo dove testa e corpo erano una macchina perfetta. Ma è dura farla sempre funzionare senza i colpi di Federer. Senza quell’agonismo e quei colpi anticipati di Nadal. Senza la classe di Murray. Djokovic è un indubbio campione, ma non è il numero 1 a prescindere da quello che ha detto o dice la classifica ATP. 

Nessun commento:

Posta un commento