giovedì 19 aprile 2012

Ivan Lendl, le mani sul Monte-Carlo Country Club

Negli anni ’80, terminata l’era Borg, l’uomo da battere sulla terra battuta era lui, Ivan Lend. E anche nel celebre torneo monegasco, la cui prima edizione si tenne nel lontano 1897, il potente tennista originario di Ostrava (ex-Cecoslovacchia) lasciò il segno. Nel 1982 arrivò in finale, ma a privarlo della gioia del successo ci pensò l’argentino Guillermo Vilas che lo superò netto in tre set. Ivan il terribile si rifece tre anni dopo, nel 1985 quando si aggiudicò il prestigioso torneo piegando l’acerrimo rivale Mats Wilander in quattro set (61 63 46 64). Un successo questo, bissato nel 1988 quando in finale superò in rimonta l’argentino Martin Jaite col punteggio di 57 64 75 63. Oggi, nel 2012 Ivan Lendl è l’allenatore dello scozzese Andy Murray. Oggi, in occasione della 106° edizione, l’ex-numero 1 del tennis mondiale ha lasciato le sue impronte al Monte-Carlo Country Club.

Ivan Lendl lascia "il segno" al Country Club di Monte-Carlo © Monte-Carlo Rolex Masters (Official)

Nessun commento:

Posta un commento