lunedì 19 marzo 2012

Azarenka e Federer trionfano a Indian Wells

Victoria Azarenka trionfa a Indian Wells
Ancora loro. La numero 1 del mondo Victoria Azarenka e l’immortale Roger Federer. Vicky si sta confermando la vera leader del tennis mondiale. Nella finale del BNP Paribas Open ha spazzato via Maria Sharapova (n. 2 WTA) con l’inappellabile sentenza di 62 63, facendole capire che dagli Australian Open nulla è cambiato. La superiorità della tennista bielorussa è evidente, e ci sono tutte le condizioni perché non sia una delle tante di passaggio (vedi Safina, Wozniacki, Ivanovic, etc.). Ha appena 22 anni. Dopo i tre successi nel 2011, non siamo neanche alla fine di marzo e ha già fatto meglio vincendo a Sidney, gli Australian Open (prima prova del Grande Slam), Doha e ora Indian Wells. Antagoniste cercasi. 

Nel medesimo torneo, sezione ATP Tour, Roger è tornato il Re. Al Forse non per la classifica, ma per il gioco e i risultati fin qui ottenuti, si. Dopo due mesi e mezzo di 2012, il numero 1 del mondo dovrebbe essere lui. Già tre successi dopo i successi a Rotterdam e Doha.
Roger Federer vince a Indian Wells
Roger Federer. Sul cemento americano ha offerto un’altra sontuosa prova di condizione atletica e gioco spumeggiante. Fin da quando è stato pubblicato il tabellone principale, più che a una possibile semifinale tra Djokovic e Murray, la speranza era di rivedere per l’ennesima volta di fronte i due eterni nemici/amici, Roger Federer e Rafael Nadal. Così è stato. Federer ha iniziato in scioltezza il torneo, vincendo 64 61 con l’americano Kudla. Al 2° turno si presenta un cliente ostico e sempre più emergente, il canadese di origine montenegrina Milos Raonic (n. 26 ATP). Roger perde il primo set al tiebreak, poi chiude con un indiscutibile 62 64. Deve ancora recuperare un set nel match di 3° turno con il brasiliano Thomaz Bellucci: lo score finale dice 36 63 64 a favore dello svizzero. Di qui in poi l’ex-numero 1 del mondo non perde più un set.

Ai quarti ha demolito per la terza volta su altrettanti match l’argentino Del Potro (63 62). Poi si è preso la rivincita della semifinale degli Australian Open con un Nadal in forma (63 64), e in finale si è vendicato della sconfitta patita in Coppa Davis contro il gigante americano John Isner (n. 10 ATP), che in semifinale aveva battuto al tiebreak del terzo e decisivo set il numero 1 del mondo Novak Djokovic. Un torneo da ricordare per lo spilungone yankee, dove è giunto in finale anche in doppio, in coppia con il connazionale Sam Querrey, superati però nell’atto decisivo in due set dal duo spagnolo Marc Lopez/ Rafael Nadal.

Roger Federer è il miglior spot del tennis. Se il fisico lo sostiene in tutto per tutto, è quasi imbattibile.

Roger Federer, felice e vincente a Indian Wells

John Isner (sx) e Roger Federer durante la premiazione di Indian Wells
la grinta di Victoria Azarenka, sul cemento di Indian Wells
una sorridente Victoria Azarenka durante la premiazione di Indian Wells

Marc Lopez e Rafael Nadal trionfano nel torneo di doppio al BNP Paribas Open
l'ex-cantante della rockband Bush, Gavin Rossdale
tra il pubblico, a sx il capitano della squadra americana Mary Joe Fernandez; a dx, la cantante del gruppo No Doubt, Gwen Stefani


Nessun commento:

Posta un commento